mercoledì 3 ottobre 2012

città magiche: lago di garda



Buon giorno a tutti folletti e fatine!
Come promesso eccomi ritornata con un nuovo post delle città magiche per voi!
Il paese preso in questione è “il lago di Garda” perché essendo così vicino al mio paese in poche ore di macchina ci si arriva senza problemi e con i tempi che corrono è proprio difficile poter viaggiare e poi … amo da impazzire Verona e i paesi che la circondano =)
Questo bellissimo lago tiene un sacco di storie e leggende al suo interno.
Eccone per voi una che mi ha fatto venire i brividi quando l’ho letta!
Per il link del sito originale dell’articolo cliccate ---> quì
La leggenda si colloca all'inizio degli anni 60 e il luogo è in prossimità di Bogliaco paese del Lago di Garda in provincia di Brescia.
Alcuni ragazzi, per scommessa, decisero di passare una notte alla Casa degli Spiriti, una casa, allora abbandonata, a picco sulla costa del Lago di Garda,  dove si racconta che alcune notti si sentivano voci e dalle finestre appariva un chiarore di candele.
Era la notte del 2 Marzo 1963 quando i ragazzi udirono dei rumori che provenivano dagli scantinati, scesero le scale con le candele e nella cantina dei vini, al tremolar della fioca luce, trovarono dapprima una statua di un nano e successivamente, in un angolo dietro una grossa botte, delle bianche statuette, tutte in fila, rappresentanti i personaggi del presepio.
I ragazzi portarono in salone, tutte le statue e alcune bottiglie di vino. Passarono la notte ad ubriacarsi e a prendere in giro le statue, scattarono alcune foto con una delle prime macchine istantanee.
La Domenica mattina del 3 Marzo 1963 i genitori non vedendo tornare i figli avviarono le ricerche.
Quando i carabinieri entrarono nella casa trovarono uno scenario indescrivibile, tutti i mobili del salone, le  poltrone, i divani, l'antica libreria erano strappati dai muri e riversi sui ragazzi.
Quattro dei sei ragazzi furono trovati in fin di vita, altri due si salvarono e li trovarono in stato catatonico, ma di loro non si seppe più nulla.
Trovarono dei "Roll Film", fogli positivi delle istantanee dalle quali traspariva a malapena le foto di tutte le statuette, ma delle statuette nessuna traccia. I vetri rotti delle finestre, affacciate a picco sul lago, fecero presumere che gettarono fuori le statuette che tanto avevano denigrato.
La leggenda narra che guardando il fondo del lago, la notte del 3 Marzo, si vede il Presepe tutto bianco, illuminato da una fioca luce.

un dolcissimo ed elfico saluto halloweenesco a tutti

4 commenti:

  1. Anche io in un paio d'ore sono lì, ci ho passato parecchie estati ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello! anche io ci vado quasi sempre se posso ... chissa se ci siamo mai incriciate hi hi hi che mondo piccolo
      un elfico e dolcissimo saluto halloweenesco

      Elimina
  2. ciao, non riesco a scrivere il codine del bannerino nel commento :S mi blocca mannaggia :"O

    RispondiElimina
  3. Ciao, molto carino il tuo Blog!
    Mi sono segnata e ti seguirò!
    Sono una streghetta anche io ^^
    Se ti va di passare dal mio e segnarti ne sarei molto felice ;)
    FairiesMakeup
    Ciao ^^

    RispondiElimina

lasciatemi un vostro commento =) sarò lieta di rispondervi il prima possibile!
un elfico saluto a tutti